I concorsi a premi su Facebook

concorsi-premi-facebook

 

I concorsi a premio su Facebook sono iniziative premiali che prevedono per la partecipazione il coinvolgimento del social network attraverso una o più funzioni previste dalla piattaforma quali il “mi piace”, la condivisione di contenuti o la registrazione attraverso Facebook Connect.

I concorsi a premio sui social network non sono espressamente regolati dal DPR 430/2001 tuttavia sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) è possibile consultare le FAQ e reperire tutte le indicazioni per l’organizzazione di questa tipologia di concorso a premio.

Nell’articolo di oggi approfondiremo quali sono le condizioni da rispettare per l’organizzazione di un concorso a premi su Facebook e come si applicano i principi di territorialità e di associazione previsti dalla normativa in vigore. Scopriremo inoltre quali sono le indicazioni fornite di recente dal social network per lo svolgimento dei concorsi sulla sua piattaforma.

I concorsi a premio su Facebook: cosa stabilisce il Ministero dello Sviluppo Economico?

Per lo svolgimento di un concorso a premi su Facebook il MiSE individua le condizioni che l’iniziativa premiale dovrà rispettare:

  1. Principio di territorialità: in caso di server allocato all’estero è consentito utilizzare applicazioni di terzi soggetti purché per tali azioni sia previsto l’utilizzo di sistemi mirroring.
  2. Associazione: si richiede obbligatoriamente l’associazione di Facebook al concorso a premi nel caso in cui Facebook fosse l’unico canale di partecipazione al concorso o si favorisse la partecipazione tramite Facebook rispetto ad altri canali di partecipazione.

Il principio di territorialità

Il principio di territorialità è sancito dal DPR 430/2001 e stabilisce che le attività relative allo svolgimento delle manifestazioni a premio siano effettuate nel territorio italiano.

Nei concorsi a premi che prevedono l’uso di una o più funzione di Facebook, i dati degli utenti non sono archiviati in Italia bensì su un server estero, per poter dunque rispettare il principio di territorialità i dati di partecipazione raccolti da Facebook devono essere archiviati su un server in territorio italiano attraverso un sistema di mirroring.

I dati da mirrorare su server italiano sono tutti quelli estratti dall’archivio di Facebook e che sono indispensabili per la partecipazione. Come ad esempio, la funzione “Like”, la funzione “commento”, l’archiviazione dei dati degli utenti e dei contenuti caricati dagli stessi quali foto o video.

Assegnazione dei premi: il server deve essere su territorio italiano?

A differenza della fase di partecipazione del concorso a premi che può avvenire su server allocati all’estero con sistema di mirroring,  le fasi eliminatorie, le operazioni di individuazione dei vincitori e le assegnazioni dei premi attraverso un software devono necessariamente avvenire su un server allocato in Italia.

Quindi il server che permette di gestire i sistemi di preferenza, i sistemi randomici di individuazione (Instant Win), i sistemi di interazione tra utenti e i sistemi che sfruttano abilità di gioco (es: Rush & Win) dovrà essere obbligatoriamente allocato su territorio italiano.

L’associazione di Facebook

La seconda condizione da rispettare per l’organizzazione di un concorso a premi su Facebook è quella relativa all’associazione del social network. L’associazione di Facebook al concorso a premi è richiesta quando Facebook risulta l’unico canale di partecipazione al concorso o si favorisce la partecipazione tramite Facebook rispetto ad altri canali di partecipazione.

Naturalmente Facebook non si assocerà ad alcuna iniziativa premiale pertanto sarà cura del promotore evitare eventuali condizioni di partecipazione che causino l’associazione del social network al concorso a premi.

L’associazione di Facebook al concorso a premi: come si evita?

Il Ministero dello sviluppo economico individua espressamente i casi in cui è possibile non associare Facebook al concorso a premio e sono:

  1. Quando Facebook non risulta l’unico canale di partecipazione ma sono previsti altri canali tramite i quali  prendere parte al concorso.

Altri canali possono essere un sito di partecipazione, altri canali social, modalità di partecipazione offline, etc.

  1. Quando Facebook risulta l’unico canale di partecipazione al concorso ma il concorso è limitato a coloro che risultino iscritti a Facebook prima della data di inizio del concorso stesso.
  2. Quando, anche se si favorisce la partecipazione tramite social network rispetto ad altri canali di partecipazione, il partecipante sia iscritto a Facebook da prima della data di inizio del concorso.

Facebook Connect e l’associazione del social network

In merito alla registrazione al concorso a premi attraverso la funzione di Facebook Connect il MiSE stabilisce che:

Nel caso in cui la meccanica consentisse la partecipazione/registrazione solo attraverso Fb connect (quindi senza opzione aggiuntiva mail e password), sarà necessario che il partecipante sia iscritto a Facebook prima della data di inizio del concorso e che i dati personali estratti dall’archivio di Fb siano in automatico registrati su server allocato in Italia.

Facebook può essere l’unico canale di partecipazione?

Secondo l’interpretazione ministeriale il social network non dovrà essere associato al concorso a premi se l’iniziativa è limitata a coloro che risultino iscritti a Facebook prima della data di inizio del concorso, dunque è possibile stabilire come unico canale di partecipazione al concorso Facebook a patto che si rispetti tale condizione.

Il principio di territorialità deve essere comunque rispettato anche in questo caso pertanto tutti i dati di partecipazione estratti dall’archivio di Facebook dovranno essere copiati, attraverso mirroring, su un server in territorio italiano.

Nonostante tale modalità di partecipazione sia ammessa, non consiglio mai questa soluzione per i seguenti aspetti:

  1. Facebook è di proprietà di terzi quindi se per qualsiasi motivo Facebook dovesse disabilitare l’account del promotore o dovesse interrompere per qualsiasi motivo la partecipazione, l’azienda promotrice verrebbe esposta a una sanzione per manifestazione vietata.
  2. Qualora pervengano al MiSE segnalazioni in merito al fatto che un partecipante si sia iscritto a Facebook dopo la data di inizio del concorso, l’impresa promotrice verrebbe sanzionata per manifestazione vietata.

Le policy di Facebook sui concorsi a premi

Un concorso a premi su Facebook, oltre a rispettare le condizioni richieste dal Ministero dello Sviluppo Economico, dovrà anche attenersi alle policy indicate dalla piattaforma.

Facebook stabilisce che:

  1. È il promotore il responsabile: se si usa Facebook per inviare comunicazioni o amministrare una promozione, si è tenuti a garantire la conformità della promozione, che include a titolo esemplificativo ma non esaustivo:
    • Le regole ufficiali;
    • Le condizioni dell’offerta e i requisiti di idoneità (ad esempio, limitazioni relative a età e luogo di residenza);
    • La conformità a normative e leggi applicabili che regolano la promozione e i premi offerti (ad esempio, la registrazione e l’ottenimento delle approvazioni regolamentari necessarie).
  2. Le promozioni devono includere i seguenti elementi:
    • Una dichiarazione in cui ciascun partecipante solleva Facebook da qualsiasi responsabilità;
    • Un’attestazione che la promozione non è in nessun modo sponsorizzata, supportata o amministrata da Facebook né associata a Facebook.
  3. Amministrazione di una promozione
    • È possibile amministrare le promozioni su Pagine, gruppi, eventi o all’interno di app su Facebook.
    • Non è concesso usare diari personali e connessioni con gli amici per amministrare le promozioni (ad esempio, è vietato l’uso di diciture come “condividi sul tuo diario per partecipare”, “condividi sul diario di un amico per avere una chance in più di vincere” e “tagga i tuoi amici in questo post per partecipare”).
  4. Assunzione dei rischi
    • Facebook non fornisce assistenza in merito all’amministrazione della promozione. Si accetta di usare i prodotti o servizi da loro offerti per l’amministrazione della promozione a rischio esclusivo del promotore.
  5. Limitazioni relative ad abbonamenti dei fan o stelle
    • Sulla pagina, è obbligatorio offrire le promozioni a tutti: non si può né limitarle ai soli abbonati a pagamento, né richiedere qualcosa di valore per usufruire delle promozioni (ad esempio, la partecipazione non può essere soggetta alla richiesta di invio di stelle).

Di recente inoltre Facebook ha introdotto alcune precisazioni in merito alle promozioni e nello specifico:

  1. Non è possibile amministrare promozioni né offrire contenuti a pagamento agli utenti per consentire loro di interagire su una pagina. I contenuti devono essere accessibili a tutti, senza limitazioni a fan o persone che ricevono gli aggiornamenti.
  2. Le promozioni non devono incoraggiare né promuovere il gioco d’azzardo online (con o senza denaro reale) o le lotterie online (come concorsi a estrazioni che richiedono una qualsiasi forma di pagamento).
  3. Le loro normative vietano di offrire incentivi, compensi o altri vantaggi (concorsi a estrazione o iscrizioni a concorsi inclusi) per tutti i comportamenti che aumentano le interazioni in modo artificiale e non rispettano le condizioni d’uso previste.
  4. Non è consentito regalare beni reali in relazione a una promozione. È possibile offrire regali virtuali in occasioni speciali, ad esempio il raggiungimento di un traguardo importante come il numero di follower.

Conclusioni

I concorsi a premi su Facebook sono iniziative che devono rispettare tutti gli adempimenti amministrativi e fiscali previsti dalla normativa vigente.

Gli adempimenti richiesti per lo svolgimento di un concorso a premi su Facebook sono applicabili a tutti i concorsi organizzati sui social network, ivi inclusi i concorsi a premio su Instagram. La mancanza di questi requisiti rende l’iniziativa vietata e soggetta alle relative sanzioni, si rimanda all’articolo dedicato per approfondire quale siano le sanzioni nell’ambito delle manifestazioni a premio.

Articolo precedente
Manifestazioni a premio escluse: i concorsi letterari, artistici e scientifici
Articolo successivo
Le vendite abbinate: quando non sono manifestazioni a premio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Dichiaro di avere preso attenta visione dell’informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per le finalità al suo interno ex. Artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679
accetto
Vi informiamo inoltre che i Vostri dati anagrafici saranno trattati solo ed esclusivamente da RAFFAELLA STINELLLI o da soggetti espressamene incaricati per l’esecuzione di alcuni dei servizi richiesti e non verranno ceduti a terzi senza un Vostro previo consenso in osservanza GDPR

Menu