Cosa sono i concorsi a premio misti?

concorso-premio-misto

 

I concorsi a premio misti sono manifestazioni a premio caratterizzate da elementi riconducibili sia ai concorsi a premio che alle operazioni a premio, questa tipologia di attività promozionale infatti prevede una parte di premi da consegnare a tutti coloro che acquistano il prodotto (o il servizio) promozionato e una parte di premi da assegnarsi soltanto ad alcuni vincitori.

I concorsi misti sono iniziative premiali particolari e nell’articolo di oggi ne approfondiremo ogni aspetto, scopriremo quali documenti predisporre per il loro avvio e quali sono gli adempimenti richiesti per lo svolgimento di un concorso in regola.

Che cos’è un concorso misto?

Il concorso a premio misto è un concorso a premio che si innesta su di una operazione a premi, la Circolare del 28 marzo 2002 n. 1/AMT recita:

Si realizza allorquando si pongano in essere iniziative commerciali le cui modalità prevedano l’assegnazione di un premio di pari valore a tutti i partecipanti ed il contestuale conferimento di altri premi di eguale o diverso valore solo ad alcuni in base alla sorte.

Come si assegnano i premi in un concorso misto?

In un concorso misto possiamo individuare, nella medesima iniziativa, due modalità di assegnazione dei premi:

  • Operazione a premi: Il premio è assegnato a tutti i partecipanti che acquistano il prodotto o servizio oggetto della promozione.
  • Concorso a premi: Il premio è assegnato soltanto ad alcuni vincitori secondo le modalità previste dal regolamento dell’iniziativa.

L’acquisto del prodotto (o servizio) oggetto della promozione oltre ad essere condizione essenziale per la consegna del premio per la parte di operazione, è anche una condizione di partecipazione per accedere all’assegnazione dei premi per la parte di concorso.

Qual è la durata massima di un concorso a premi misto?

Un concorso misto può avere una durata massima di 1 anno e in questo periodo devono essere ricomprese le fasi di:

  • Richiesta premi – per la parte di operazione a premio.
  • Assegnazione dei premi – per la parte di concorso a premi.

Quali sono gli adempimenti richiesti per un concorso misto?

Gli adempimenti burocratici richiesti per i concorsi misti sono individuati nella Circolare del 28 marzo 2002 n. 1/AMT che stabilisce:

Per il promotore sarà necessario adempiere all’onere della preventiva comunicazione di cui all’articolo 10, comma 1 del Regolamento.

L’iniziativa premiale dunque deve rispettare tutti gli adempimenti burocratici richiesti per l’avvio e lo svolgimento di un concorso a premio.

Il regolamento di un concorso misto va autocertificato?

Nonostante la normativa stabilisca che il regolamento di un’operazione a premi debba essere autocertificato, nei concorsi misti questa requisito non è previsto e il regolamento deve essere semplicemente inviato al MiSE attraverso il Prema Online.

La cauzione deve essere versata nei concorsi misti?

Nei concorsi misti la cauzione a garanzia dei premi promessi deve essere versata ma in merito al valore da garantire dobbiamo fare un distinguo:

  • Per la parte di operazione a premio è necessario garantire il 20% del valore dei premi stimati.
  • Per la parte di concorsi a premio bisogna garantire il 100% del valore dei premi in palio.

Inoltre qualora i premi siano consegnati ai partecipanti contestualmente all’acquisto del prodotto o servizio, la cauzione non deve essere versata (per la parte di operazione a premi).

La cauzione nei concorsi misti può essere versata tramite:

Si rimanda all’articolo dedicato per approfondire quale sia la cauzione migliore per la vostra iniziativa a premi.

La perizia va predisposta nei concorsi misti?

Nei concorsi a premio misti che si svolgono online il promotore deve predisporre una perizia del sistema di partecipazione che garantisca la non manomettibilità del sistema.

Qualora i premi in palio siano assegnati in maniera randomica tra i partecipanti attraverso l’utilizzo di un sistema informatico il promotore deve predisporre una perizia del sistema di assegnazione dei premi che garantisca l’assoluta casualità nell’individuazione dei vincitori.

Si rimanda all’articolo dedicato alla redazione della perizia per approfondire come predisporre il documento.

L’allocazione del server nei concorsi misti

Al fine di rispettare il principio di territorialità previsto dal DPR 430/2001, la perizia del sistema di partecipazione deve garantire l’allocazione sul territorio italiano del server che gestisce i dati di partecipazione.

La FAQ n. 6 disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico chiarisce che:

  • La fase di partecipazione al concorso a premi può avvenire su un server allocato all’estero ma deve essere previsto un sistema di mirroring che replichi in tempo reale i dati salvati su server estero su un server allocato in territorio italiano.
  • La fase di assegnazione dei premi attraverso un sistema informatico deve necessariamente avvenire su un server allocato in Italia.

Si precisa che, qualora l’acquisto del prodotto o del servizio promozionato avvenga online sul sito e-commerce del promotore, il server deve essere allocato su territorio italiano.

I concorsi misti e le manifestazioni escluse

Nell’ambito delle iniziative premiali sussiste una particolare tipologia di attività promozionale caratterizzata come segue:

  • Consegna di un omaggio a tutti coloro che si registrano sul sito di partecipazione (o che compiono un’altra azione).
  • Assegnazione di un premio ad estrazione (o altra modalità) tra tutti coloro che partecipano.

La manifestazione illustrata non è da considerarsi un concorso misto poiché il premio consegnato a tutti i partecipanti non prevede l’acquisto preventivo di alcun prodotto o servizio ma una semplice azione. L’iniziativa si presenta quindi come un concorso a premi.

Per la parte di consegna degli omaggi –  a tutti coloro che si registrano sul sito di partecipazione (o altra azione) – si configura infatti una manifestazione a premi esclusa.

Si rimanda all’articolo dedicato ai concorsi a premio esclusi e alle operazioni a premio escluse per approfondire l’argomento.

Conclusioni

I concorsi misti sono a tutti gli effetti dei concorsi a premio, per il loro avvio e lo svolgimento è necessario rispettare gli adempimenti burocratici e fiscali richiesti dalla normativa. Si ricorda che l’organizzazione di un concorso a premi non in regola espone il promotore a sanzioni amministrative pecuniarie spesso molto salate.

 

Articolo precedente
Come si organizza un concorso ad estrazione finale?
Articolo successivo
Come si organizza un concorso a premi misto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Dichiaro di avere preso attenta visione dell’informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per le finalità al suo interno ex. Artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679
accetto
Vi informiamo inoltre che i Vostri dati anagrafici saranno trattati solo ed esclusivamente da RAFFAELLA STINELLLI o da soggetti espressamene incaricati per l’esecuzione di alcuni dei servizi richiesti e non verranno ceduti a terzi senza un Vostro previo consenso in osservanza GDPR

Menu