Come si versa il deposito per un concorso a premi?

versare-deposito-concorso-premio

 

In Italia le manifestazioni a premio sono regolate dal DPR 430/2001 il quale stabilisce che per lo svolgimento di un concorso il promotore è tenuto a prestare una cauzione a garanzia dei premi posti in palio. La cauzione può essere versata tramite fideiussione bancaria/assicurativa o attraverso un deposito provvisorio vincolato in denaro o in titoli presso la Banca d’Italia (di seguito “deposito provvisorio”) .

Nell’articolo di oggi approfondiamo gli aspetti del versamento della cauzione attraverso il deposito provvisorio ma si consiglia l’articolo “Fideiussione o deposito?” per scoprire quale tra le due alternative di cauzione è la più indicata per la vostra iniziativa premiale.

La cauzione nei concorsi a premio: un breve riepilogo

Prima di procedere è bene riepilogare le informazioni di base circa la prestazione della cauzione per un concorso a premio.

La cauzione:

  • Può essere versata dalla società promotrice o dal soggetto delegato.
  • Può essere costituita attraverso il versamento di un deposito provvisorio o attraverso una fideiussione bancaria o assicurativa.
  • Deve garantire il 100% del valore del montepremi totale al netto dell’IVA o dell’imposta sostitutiva dovuta.
  • Deve essere inviata 15 giorni prima dalla data di inizio del concorso a premi al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) in allegato al CO1.

Come si versa il deposito provvisorio per un concorso a premi?

Il deposito provvisorio di un concorso a premi può essere versato:

  • In contanti presso uno degli sportelli della Ragioneria di Stato competente per territorio.
  • Attraverso le diverse tipologie di valori e titoli previste dall’art. 47 delle Istruzioni sul servizio di tesoreria dello Stato (IST).
  • Tramite bonifico bancario.

Come si versa il deposito provvisorio tramite bonifico?

Le indicazioni fornite dal MiSE per la costituzione del deposito provvisorio sono le seguenti:

  • Il beneficiario è il “Ministero dello Sviluppo Economico – Divisione XIX – Manifestazioni a premio”.
  • Nella causale occorre indicare il codice identificativo dell’ufficio (V2KGIZ) e la denominazione del concorso a premio.
    Esempio: Concorso a premio “Vinci!” – V2KGIZ.
  • L’IBAN al quale effettuare il bonifico è da ricercare nell’elenco dei codici messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il deposito provvisorio versato tramite bonifico bancario: quale documento inviare al MiSE?

La normativa vigente stabilisce che la cauzione a garanzia dei premi in palio deve essere inviata in allegato alla comunicazione di avvio del concorso (CO1).

Nel caso di un deposito provvisorio versato tramite bonifico bancario, il documento da inviare al MiSE è la ricevuta di bonifico eseguito. Infatti è grazie al codice univoco del versamento (TRN) che è possibile riconciliare il bonifico effettuato con la costituzione del deposito.

Lo svincolo del deposito provvisorio avviene in automatico?

A differenza delle fideiussioni, lo svincolo del deposito provvisorio non avviene in automatico ma bisogna attendere il decreto di svincolo da parte del MiSE emesso a seguito della chiusura del concorso.

L’iter è il seguente:

  • Innanzitutto è necessario svolgere il verbale di chiusura del concorso a premi con il quale si garantisce lo svolgimento regolare dell’iniziativa e la consegna di tutti i premi ai vincitori (ed eventualmente alla ONLUS).
  • Effettuato il verbale di chiusura questo deve essere allegato alla pratica di chiusura del concorso (CO2) inviata al MiSE attraverso il Prema Online.
  • Verificata la documentazione il MiSE emette il decreto di svincolo.
  • Il provvedimento di svincolo della cauzione è trasmesso dal MiSE via PEC alla Ragioneria dello Stato competente.
  • Emesso il provvedimento di svincolo, il soggetto che ha costituito il deposito deve recarsi presso gli sportelli della Ragioneria competente per territorio al fine di ricevere la restituzione della somma versata a garanzia.

Quali documenti sono necessari per lo svincolo del deposito provvisorio?

Una volta che il Mise ha inviato il decreto di svincolo alla Ragioneria di Stato è quest’ultima a contattare il soggetto interessato e a fornire tutte le indicazioni per lo svincolo.

In linea generale, per lo svincolo è necessario recarsi presso gli sportelli della Ragioneria di Stato e:

  • Consegnare una copia della ricevuta di bonifico o la quietanza in originale.
  • Compilare un modulo (modello di restituzione).
  • Consegnare due marche da bollo: una da applicare sul modello di restituzione e una sul decreto di svincolo del MiSE.

Conclusioni

La costituzione di un deposito provvisorio è una pratica semplice ma che richiede particolare attenzione al fine di evitare il versamento di depositi non corretti e conseguentemente non accettati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Si consiglia l’articolo dedicato alle fideiussioni per approfondire tutti gli aspetti riguardanti la prestazione della cauzione per un concorso a premi attraverso la fideiussione bancaria o assicurativa.

 

Articolo precedente
Cosa sono le manifestazioni a premio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Dichiaro di avere preso attenta visione dell’informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per le finalità al suo interno ex. Artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679
accetto
Vi informiamo inoltre che i Vostri dati anagrafici saranno trattati solo ed esclusivamente da RAFFAELLA STINELLLI o da soggetti espressamene incaricati per l’esecuzione di alcuni dei servizi richiesti e non verranno ceduti a terzi senza un Vostro previo consenso in osservanza GDPR

Menu